Come scegliere oculatamente piastrelle

sfondo-secolare_4

Come scegliere oculatamente piastrelle

Come scegliere oculatamente le piastrelle per pavimento o rivestimento

L’acquisto dei pavimenti o rivestimenti per una nostra casa è sempre impegnativo e mai facile, per cui bisogna conoscere almeno quelle che sono le regole fondamentali per fare un ottimo acquisto; quindi in questo articolo parleremo di come scegliere oculatamente le piastrelle per pavimento o rivestimento

Per prima cosa parliamo della composizione delle piastrelle che adoperiamo nelle nostre case e che interessano i pavimenti ed i rivestimenti.

Spessore e forma delle piastrelle

Le piastrelle in commercio non hanno tutte lo stesso spessore,ed esso può variare da un minimo di 5 mm ad un massimo di 15 mm: sono realizzate con composti di materiali diversi, quali la graniglia, il laterizio, la ceramica il marmo il cemento e altro ancora.
La forma delle piastrelle, che nei tempi passati era quasi sempre quadrata, adesso la possiamo trovare rettangolare, esagonale ed altro)

Resistenza allo scivolamento della piastrelle
La resistenza allo scivolamento è una caratteristica che coinvolge la sicurezza e la salute degli utilizzatori della pavimentazione, perché pavimenti scivolosi sono potenziali cause di infortuni anche gravi: è per questo motivo che tale caratteristica riveste un ruolo molto importante in sede di progettazione di edifici a destinazione pubblica (uffici, ristoranti?) o industriale.I coefficienti di scivolosità indicati dal valore “R? classificano i prodotti secondo le esigenze specifiche delle destinazioni d’uso, indicate secondo un ordine crescente di pericolosità, con riferimento soprattutto agli ambienti industriali e commerciali.
I valori vanno da R9 per i materiali che hanno superato il primo livello del test fino a R13, indicati per particolari lavorazioni industriali.

Comportamento dell’acquirente

Un fattore molto importante è la SCELTA delle piastrelle.

Normalmente le piastrelle sono suddivise in tre scelte:

La prima è quella ottimale, priva di qualsiasi imperfezione, dove le piastrelle devono essere perfettamente calibrate, complanari, della stessa colorazione e prive di ogni e qualsiasi difetto.

Il marchio della scelta deve apparire stampigliato su di ogni scatola sigillata delle mattonelle.

La seconda e la terza scelta comprendono piastrelle derivanti dallo scarto effettuato nella prima scelta.

La seconda scelta normalmente presenta delle tonalità di colore diverso, o comunque macchie di colore diverse.

La terza scelta ha anche dei problemi di calibratura e dimensionali, ed in una piastrella vi possono essere anche due mm di differenza fra un lato e l’altro: inoltre può presentare delle angolature non perfettamente lisce e anzi rialzate.

 

 

 

Fonte: https://www.coffeenews.it/come-scegliere-oculatamente-le-piastrelle-per-pavimento-o-rivestimento


Facebook

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito web. Continuando a utilizzare questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Accettare
Rifiutare