Il pavimento in monocottura

decoro serie flatiron colore blu

Il pavimento in monocottura

Monocottura

Il pavimento in monocottura: pregi e difetti di questo tipo di ceramica, manutenzione, pulizia, abinamenti, stili, colorazioni.

La monocottura è dunque una ceramica smaltata, la cui denominazione deriva dal fatto che in fase di produzione le piastrelle, costituite da un supporto ed un rivestimento superficiale, subiscono un unico passaggio di cottura ad altissima temperatura (circa 2000 °C) ottenendo un risultato di ottima qualità, che esalta in maniera particolare i colori e le decorazioni; la finitura viene perciò stesa direttamente sul supporto crudo.

Le piastrelle ceramiche monocottura hanno scarsa porosità, sono piuttosto dure e sono caratterizzate da un’elevata resistenza poiché il particolare processo di cottura porta ad avere una perfetta aderenza dello smalto, fondamentale per la durabilità e la protezione del pavimento. Per questi motivi sono un materiale particolarmente indicato per le pavimentazioni di “ambienti difficili”, quali possono essere la cucina e il bagno, più ad alto rischio di macchie e sporco e soprattutto caratterizzati dalla presenza di un alto tasso di calore e di umidità.

 

Per ambienti come il bagno e la cucina i formati classici sono (sia per i pavimenti che per i rivestimenti) il 10 x 10 o il 20 x 20, mentre per ambienti più spaziosi come i soggiorni si utilizzano solitamente formati di dimensioni maggiori, quali il 50 x 50, che possono essere posati non perpendicolarmente ma con le linee di fuga a 45° rispetto ai muri. In realtà, soprattutto per bagni e cucine arredati in stile moderno, la tendenza odierna è quella di utilizzare pezzi di piccole dimensioni, di forma quadrata (come il 2,5 x 2,5) o allungata (2,5 x 10), soprattutto per i rivestimenti murari.

Di ciascuna linea di piastrelle ceramiche vengono inoltre prodotti non solo svariati formati ma anche numerosi “pezzi speciali” che permettono di risolvere tutti quei problemi di posa tecnologici ed estetici legati alle geometrie del locale da pavimentare come ad esempio i pezzi smussati che servono per ricoprire le pedate di una scala o in generale gli spigoli vivi e quelli che fungono da battiscopa.


Leave a Reply

Facebook

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito web. Continuando a utilizzare questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Accettare
Rifiutare
Privacy Policy